Crocifissione con i Santi Antonio Abate e Francesco

Informazioni principali

[Info]Anamnesi storico / artistica

Citata nelle Vite da Giorgio Vasari che scrisse: «ed in S. Agata dipinse una tavola con Cristo in Croce e nostra Donna ai piedi con altre figure assai, che ne fu lodato».

Lo studioso Antonio Paolucci, osservando l’opera dopo il restauro caratterizzato da un discutibile trasporto del supporto da tavola a tela, ne delineò le influenze culturali fondamentali qui riunite: «Un episodio come quello delle Marie dolenti nell’invenzione bellissima del loro franante dolore, rimanda alla grafica nordica soltanto come riferimento culturale, come indicazione di elementi tecnici del tutto esterni, mentre è piuttosto assimilabile, come affinità fantastica, alle cose contemporanee di Lorenzo Lotto e di Altobello Melone mentre, nello spigoloso atteggiarsi del San Giovanni, mi par di leggere un ricordo preciso del manierismo genghiano, ben noto a quest’epoca in Romagna».

Il dipinto, giudicato bellissimo da diversi studiosi e come uno dei più alti di Francesco Zaganelli, appartiene quasi certamente alla piena maturità del pittore; più precisamente, potrebbe essere collocato verso la fine del terzo decennio del XVI secolo. È questo infatti un momento della sua carriera in cui l’artista tocca un apice di drammaticità e idealizzazione in un percorso che lega assieme svariate esperienze traducendole in linguaggio trasgressivo ed eccentrico, di assoluta originalità.

Anamnesi storico / artistica »

Il dipinto, giudicato bellissimo da diversi studiosi e come uno dei più alti di Francesco Zaganelli, appartiene quasi certamente alla piena maturità del pittore.

Lo studioso Antonio Paolucci, che osservò l'opera dopo il restauro, ne delineò le influenze culturali: in primo luogo la grafica nordica richiamata nell'episodio delle Marie dolenti, inoltre l'affinità fantastica assimilabile alle opere dei contemporanei Lorenzo Lotto e Altobello Melone e infine un ricordo del manierismo genghiano nello spigoloso atteggiamento di San Giovanni.

Diagnostica e analisi

Diagnostica e analisi »

Scheda informativa

Collocazione

Corridoio centrale

Certezza luogo esecuzione

Si

Secolo da

XVI

Periodo da

Fine del terzo decennio

Certezza data esecuzione

Si

Tecnica

Tempera su tavola trasportata su tela centinata

Altezza

285

Larghezza

220

Cartina

Scheda informativa »

Collocazione

Corridoio centrale

Certezza luogo esecuzione

Si

Secolo da

XVI

Periodo da

Fine del terzo decennio

Certezza data esecuzione

Si

Tecnica

Tempera su tavola trasportata su tela centinata

Altezza

285

Larghezza

220

Cartina

Interventi conservativi

Intervento conservativo

Intervento di restauro

Inizio intervento

1977

Fine intervento

1977

Restauratore

Ottorino Nonfarmale

 

Intervento conservativo

Intervento di restauro

Inizio intervento

1991

Fine intervento

1991

Restauratore

Ottorino Nonfarmale

Interventi conservativi »

Intervento conservativo

Intervento di restauro

Inizio intervento

1977

Fine intervento

1977

Restauratore

Ottorino Nonfarmale

 

Intervento conservativo

Intervento di restauro

Inizio intervento

1991

Fine intervento

1991

Restauratore

Ottorino Nonfarmale