La Crocifissione con la Vergine, San Giovanni, Sant’Apollinare e San Vitale

Informazioni principali

[Info]Anamnesi storico / artistica

Le fonti non indicano la provenienza dell’opera prima di giungere alla Pinacoteca di Ravenna, ma il dipinto viene identificato da Francesco Beltrami (1783) che lo registrava come esistente nel Palazzo del Magistrato in Ravenna (Viroli 1982).

I tempi e i modi attraverso cui il dipinto pervenne alla Pinacoteca sono stati resi noti da Alberta Fabbri che li ha ricavati da materiale dell’Archivio Storico Comunale, tuttavia non sono ancora risolti i dubbi che sussistevano nell'identificare il dipinto della Pinacoteca con quello che Beltrami aveva visto nelle sale di Palazzo Comunale.

La composizione presenta le figure collocate simmetricamente entro un primo piano che lascia appena affiorare minimi accenni naturalistici. Sul cuneo ai piedi della croce: «FRANCISCUS.LONGUS.LUCAE.FIL.PINGEB.AN.AETAT.XXVII.A.PAR.
VIRG.M.D.LXXI»

Anamnesi storico / artistica »

Le fonti non indicano la provenienza dell’opera prima di giungere alla Pinacoteca di Ravenna, ma il dipinto viene identificato da Francesco Beltrami (1783) che lo registrava come esistente nel Palazzo del Magistrato in Ravenna (Viroli 1982).

La composizione presenta le figure collocate simmetricamente entro un primo piano che lascia appena affiorare minimi accenni naturalistici.Sul cuneo ai piedi della croce: «FRANCISCUS.LONGUS.LUCAE.FIL.PINGEB.AN.AETAT.XXVII.A.PAR.
VIRG.M.D.LXXI»

Diagnostica e analisi

Diagnostica e analisi »

Scheda informativa

Collocazione

Corridoio centrale

Certezza luogo esecuzione

Si

Certezza data esecuzione

Si

Tecnica

Olio su tela

Altezza

306

Larghezza

211

Cartina

Scheda informativa »

Collocazione

Corridoio centrale

Certezza luogo esecuzione

Si

Certezza data esecuzione

Si

Tecnica

Olio su tela

Altezza

306

Larghezza

211

Cartina

Interventi conservativi

Intervento conservativo

Intervento di restauro

Inizio intervento

1981

Fine intervento

1981

Restauratore

Cooperativa Restauro e Conservazione di Imola, a cura dell’istituto dei Beni culturali della Regione Emilia Romagna (IBC)

Interventi conservativi »

Intervento conservativo

Intervento di restauro

Inizio intervento

1981

Fine intervento

1981

Restauratore

Cooperativa Restauro e Conservazione di Imola, a cura dell’istituto dei Beni culturali della Regione Emilia Romagna (IBC)